carbossi 2.jpg

Medicina Estetica

CARBOSSITERAPIA

Per carbossiterapia si intende l'uso di anidride carbonica (CO2) a scopi curativi, somministrata per via sottocutanea e intradermica. è un trattamento che viene praticato solo da personale medico. Nascie in Francia nel 1930, presso le Terme di Royat.

La somministrazione d'Anidride Carbonica ha un'eccellente indicazione per riattivare la circolazione locale nei tessuti affetti da cellulite, dove la stasi circolatoria è causata prima di quest'inestetismo.

Molti studi clinici riportano l'efficacia di questa metodica. Il gas assorbito per via transcutanea esercita un meccanismo di vasodilatazione (comprovata sperimentalmente mediante video capillaroscopia) e un meccanismo indiretto simpaticolitico, con amplificazione dell'effetto Bohr ed iperossigenazione dei tessuti interessati.

Il trattamento con CO2 non ha alcun effetto collaterale essendo un gas molto solubile nei tessuti animali senza alcun pericolo di trombi. I pazienti trattati potranno verificare i miglioramenti ottenuti già dopo la seconda-terza applicazione.

L'esito della terapia sarà migliore quando più frequenti saranno i trattamenti: giornalieri, 2 volte settimana o al minimo dettimanali, per una durata cpmplessiva di 10-15 sedute. Il gas va somministrato mediante iniezione, rilasciato nel sottocutaneo con aghi sottilissimi.